Messaggio per Beppe Grillo

Caro Beppe
ho letto sul sito il regolamento con cui il tuo movimento vuole scegliere i candidati alle prossime elezioni.
Ok per la scelta di primarie in rete.
Nulla di nuovo sotto questo sole per la candidatura ad appannaggio esclusivo dei non eletti nel movimento.
Sembra un contentino agli attivisti bocciati.
Ma se non sono stati eletti un motivo ci sarà, non credi? Visto che non avendo fatto le politiche coi listini bloccati, si sono presentati per prendere voti dagli elettori, e non li hanno presi.
Questo meccanismo “rivoluzionario”, è tale e quale a quello utilizzato dalla politica dei partiti cadaveri che tu combatti così ferocemente.
Faccio una proposta:
non credi che visto il compito che spetterà ai tuoi consiglieri regionali, parlamentari e senatori futuri, oltre che tra i non eletti si potrebbero cercare candidati nella società civile?
Magari utilizzando il criterio dei curriculum, cercando di avere dei candidati “tecnici ” che se parleranno e dovranno occuparsi di cultura, economia, giustizia, interni, esteri, salute, ricerca, istruzione etc etc, lo possano fare con cognizione di causa.
Il “merito” e la “competenza” rischiano di restare anche con la tua nuova politica solo parole.
Non credi che il concetto che “tutti possono fare tutto” è uno dei motivi che ci ha portato al disastro in cui  si trova il nostro paese oggi?
Per governare oggi l’Italia ci vuole gente preparata, non solo pura e volenterosa.
E visto che il tuo movimento rischia di portare in consiglio regionale, in parlamento ed in senato tanti dei tuoi candidati, forse una riflessione in questo senso potrebbe essere necessaria.

Cordiali saluti
Luigi Calivà



Categorie:Cronaca

Tag:, , , , , ,

1 reply

  1. sono assolutamente d’accordo e spero questa sia la direzione. La rinuncia da parte dei Partiti ad entrare nell’Esecutivo sarebbe garanzia di gestione democratica e permetterebbe di scegliere persone competenti da assegnare a capo dei vari Dicasteri nel Governo, per tornare da comuni cittadini, a fine Legislatura, a fare il loro abituale lavoro. La Politica potrebbe essere semplice… sono i Partiti a complicarla. I Partiti devono restare nel Parlamento ed espletare unicamente il Potere Legislativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: