Una sogno a occhi aperti per Vetralla, le Terme nel paese in cui ho scelto di vivere…

Vetralla è un bellissimo borgo di dimensioni medie (14.000 abitanti circa) situato a pochi Km da Viterbo, e a circa 400 mt slm, situato lungo  la via Cassia, e attraversata dall’antica Via Francigena (oggi riscoperta)  pieno di bellezze, palazzetti, chiese, piccoli quartieri medievali, fontanili e fontane, boschi, siti archeologici etruschi e romani, una campagna splendida piena di uliveti ed un Olio extravergine giudicato e premiato come di altissima qualità a livello italiano ed internazionale, numerosi e bellissimi agriturismo, cibo eccellente e infine una vicinanza alle terme dette Masse di S.Sisto molte frequentate per la loro economicità (quasi gratis).

vetralla_skyline

Le varie amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi anni di crisi nonostante i proclami hanno ridotto il paese in uno stato di abbandono e di degrado, la crisi ha decimato le attività economiche e ridotto il centro storico in un deserto di botteghe chiuse e case disabitate, incapaci di avere una visione a medio termine e dei progetti capaci di rilanciarla.

Farò quindi un gioco per immaginare un progetto che ruota intorno a questa leggenda metropolitana vetrallese che narra che all’interno della villa comunale esiste un pozzo termale mai sfruttato mai analizzato nella sua portata, ne per la qualità delle acque. Gli anziani interrogati garantiscono la sua esistenza, ma io non ho mai avuto la certezza.

masse-sansisto-2

Facendo analizzare appunto le acque , la portata e ottenendo le necessarie concessioni minerarie, l’amministrazione potrebbe ipotizzare un progetto di sfruttamento così composto:

Passo 1) una piscina al posto del campo sportivo antiquato e con tribune fuori norma e inibite, quindi io affermo inutile.

Passo 2) ristrutturazione degli ampi locali della ASL veterinaria adiacenti per utilizzarli  come servizi dell’impanto

Passo 3) accesso carraio da sistemare. 

Passo 4) bandire una gara su queste basi tra privati e analizzare i progetti  che solo  con finanziamento privato costruirebbero e ristrutturerebbero quanto necessario senza nessun costo per la finanza pubblica, pagando al Comune un canone annuo per la concessione + idonee royalty sugli accessi e sugli incassi, con enorme beneficio sulla finanza locale.

Nel giro di un anno dall’affidamento tutto potrebbe essere in funzione.

Ora provate ad immaginare quale svolta per l’economia locale sarebbe avere un impianto termale nel centro del paese, il centro storico si ripopolerebbe anche di botteghe e negozi, gli immobili in tutto il comune avrebbero prezzi nettamente superiori alla media della zona, agriturismo, bed & brekfast e case vacanze almeno nei weekend avrebbero sempre il tutto esaurito. Insomma sarebbe una svolta per tutta l’economia locale con incremento di posti di lavoro e Pil locale, con introiti nelle casse comunale dei proventi della concessione+ royalty e tasse addizionali comunali su tutte le attività commerciali.

Uno sfruttamento del patrimonio di prossimità  che consentirebbe a Vetralla di diventare una perla della Tuscia e dare lavoro e respiro alle future giovani generazioni.

Come si dice a Roma “poi mi sveglio tutto sudato” e passeggio per la attuale Festa dell’olio, denominata V’olio, e ritorno alla dura e triste realtà.

Luigi Calivà

 



Categorie:Spettacolo

2 replies

  1. Ciao Luigi,bravo! E perche no?? Agisci,perche’ in pochi lo sanno fare. Ciao.Stai benissimo.Isabella

  2. il pozzo si trova sotto il cubo di cemento vicino al muro delle suore e fu fatto meno di 10 anni fa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: